giovedì 27 giugno 2013

The Vincent Boys



Titolo: The Vincent Boys
Autore: Abby Glines
Editore: Mondadori
Prezzo: 14.90 €
Pagine: 288

T R A M A

Ashton, brava ragazza di "professione", cerca di non deludere i suoi genitori e gioca il ruolo della fidanzata perfetta di Sawyer Vincent, il ragazzo che tutte vorrebbero. Ma durante le vacanze estive, mentre Sawyer è in campeggio con il fratello, Ashton inizia ad avvicinarsi a Beau, cugino di Sawyer, terribilmente sexy. E terribilmente pericoloso... Il ragazzo da cui tutte dovrebbero stare alla larga. Beau, che ha sempre voluto bene a Sawyer come a un fratello, ama Ashton fin dai tempi dell'asilo, considerandola però la "ragazza di suo cugino" e, dunque, off limits. Che sia giunto il momento di abbandonare le maschere e di lasciarsi andare ai sentimenti veri? Più Ashton e Beau cercano di stare lontani più il desiderio si fa irrefrenabile. La tenera amicizia che li legava da piccoli si trasforma in attrazione travolgente, impossibile da combattere... Come reagirà Sawyer nel trovare la sua ragazza tra le braccia del cugino e migliore amico? C'è sempre una prima volta per "tutto": per l'amore, per la gelosia, per scoprire chi siamo veramente...

R E C E N S I O N E


Da dove potrei iniziare? Giuro, avevo buoni propositi per questo libro. Insomma, il fatto dei cugini che "lottano" per una ragazza mi aveva portato a galla la mia ossessione per i fratelli Salvatore del telefilm "The Vampire Diaries", quindi fiduciosa del fatto che il preannunciato triangolo sarebbe stato di fatti bollente, mi ha invogliata di più a leggere, e qui, miei cari, ero talmente eccitata all'idea, che all'ultima pagina letta, letta giusto per dare una giusta conclusione, mi ha lasciata con un grande punto interrogativo. Ma che libro è mai questo?! Dove sono le vere e proprie lotte sul fango? Dov'è il sangue? Ma sopratutto, dov'è il triangolo amoroso???? Guardo la copertina bollente e penso, a siamo sicuri che non l'hanno usata per il libro giusto? Ma forse meglio partire dall'inizio.
Ashton, nota con il soprannome di Ash, ha passato la sua infanzia con i cugini Salvatore Vincent, Sawyer e Baue. Il primo un vero e proprio gentleman, il secondo il badboy (Stefan vs Damon). Fra i due quello con cui ha un vero e proprio rapporto intenso è il nostro Baue, ma quando Sawyer capisce di amarla, non si spreca tanto a parole e la bacia, chiedendogli di essere la sua fidanzata. Tre anni dopo, quando la nostra oppressa Ash ha diciassette anni, Sawyer è lassù tra i monti con Annette, trova sbronzo Baue e la sua dolce metà e, pensando di fare un favore al suo Sawyer, lo riaccompagna a casa, non l'avesse mai fatto. Da lì i due protagonisti, che avevano smesso di parlarsi da quando Ash e Sawyer erano fidanzati, iniziano piano piano a ricucire il loro rapporto, fino a stravolgerlo completamente.
Partiamo da cosa mi è piaciuto. Il punto di vista della storia da parte di Baue. L'unico momento in cui diventava piccante e trasgressiva, però, l'autrice  in certi riferimenti ha, come dire, peccato, non so se dare la colpa a lei o al traduttore/traduttrice, ma chiamare l'organo riproduttivo femminile con il termine di "patatina" è davvero il colmo.
Finiamo con cosa non mi è piaciuto. Per quasi tutta la durata del libro avevamo solo Baue. Niente Sawyer. Questo mi ha infastidita. Si vede solo a fine libro, non sappiamo un'emerita mazza di lui e il libro si conclude con un chiaro riferimento ad un volume in suo onore. Non possiamo spalleggiare un ragazzo, schierarci dalla sua parte, se non possiamo avere la facoltà di conoscerli entrambi. Prendendo ancora in considerazione i fratelli Salvatore, all'inizio del telefilm amavo Stefan ma poi sono passata a Damon. Ed è così che deve essere un libro, darti l'opportunità di scegliere. Invece l'autrice ha preferito farti amare un personaggio piuttosto di un altro, no mia cara, non si fa così.
SPOILER / SPOILER / SPOILER
Lana e Sawyer, ma mi prendi in giro? Ma stiamo scherzando? E' una cosa troppo di cattivo gusto. Cos'è un quiz? Far trovare l'anima gemella alle cugine e appioppiarle con i fratelli ritrovati Vincent? No comment.

♥ Jess

2 commenti:

  1. Credo proprio che non lo comprerò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non merita proprio secondo il mio gusto, non ha proprio niente di piccante! Capisco che essendo diciassettenni, e quindi giovani, non si può aspettare chissà che cosa, però definirlo libro bollente e poi ti ritrovi invece a riderci sopra, ehm, ha proprio mancato il bersaglio!
      -Jess

      Elimina